Flamenco

[wcs location=”Flamenco”]

Durante tutto l’anno, la prima lezione è sempre gratuita, un’ottima occasione per vedere la Scuola e conoscere gli insegnanti prima di decidere se iscriversi.

Da un’intervista fatta a Mara Terzi insegnante del corso:
Nel Flamenco non esiste una metodologia generalizzata ne un vocabolario di passi, si impara a partire da un a allenamento a livello di frasi musicali per arrivare in seguito alla costruzione delle strutture complete dei diversi balli che lo compongono (coreografie).Parallelamente si lavora sul corpo in relazione all’utilizzo delle braccia( braceo) alla tecnica dei piedi ( zapateado) applicando diverse tecniche corporali e di danza che aiutino l’allievo nell’apprendimento. Nei livelli successivi al principianti si introduce l’uso delle castanuelas( nacchere), Bata de cola ( gonna da Flamenco con coda), abanicos ( ventagli), e bastoni.

Personalmente non credo che per apprendere il Flamenco si debba soltanto imparare coreografie credo si debba proporre una tecnica che sviluppi nell’allievo le capacità necessarie per poter improvvisare e allo stesso tempo. far emergere la sua personalità in ogni interpretazione. Perseguendo questi propositi il mio corso si struttura nel rispetto dei seguenti punti:

1. Far conoscere il compas, (ritmo, in un senso molto ampio rispetto alla semplice definizione musicale del termine), i canti, ed i differenti tipi di accompagnamenti chitarristici
2. Far conoscere i codici di comunicazione tra ballerino musicista e cantante
3. Conoscere la struttura dei differenti balli Flamenchi
4. La concentrazione
5. La capacità di osservare
6. La capacità di ascoltare
7. L’espressività istintiva
8. Dominare la tecnica
9. Potenziare la creativitrà con il fine di percepire lo spirito Flamenco “Duende”

Una parte della lezione è dedicata al montaggio coreografico per il saggio-spettacolo di fine anno.

Le allieve ritenute idonee e che lo vorranno avranno l’opportunità di inserirsi nel gruppo che fà spettacoli in locali e teatri

Le lezioni sono accompagnate da un chitarrista, inoltre la scuola si avvale dell’importante consulenza e collaborazione del Maestro Livio Gianola chitarrista e compositore di fama internazionale.

La scuola di Mara Terzi nasce 30 anni fa a Milano. L’attività che si svolge nella sede di via Fauchè, 9 (C.so Sempione), spazia dalla danza classica al flamenco, dal modem-jazz ai balli di sala. La direzione didattica e artistica di Mara Terzi garantisce la qualità dell’insegnamento e la professionalità del corpo docente.
Prova
 
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi